“Credo che il meglio di noi lo diamo quando siamo liberi di pensare e di agire, il menù a sorpresa è il mio meglio” 

Giorgio vi invita alla scoperta della sua cucina con uno speciale percorso a sorpresa. Un menu che “coglie l’attimo”, la sensibilità del momento seguendo la stagionalità, la disponibilità di materie prime d’eccezione. Questo nasce ogni giorno con l’arrivo di quell’ingrediente fresco, la scoperta di un nuovo artigiano, una verdura che solo oggi dà il suo meglio, sono un continuo stimolo alla creatività dello chef. Il menu a sorpresa è il manifesto di questo contesto felice che si rinnova con estro e intuizione, creato dopo prove, assaggi e bocciature perché i primi a mangiare i nuovi piatti sono loro: Giorgio e Serena.

Un percorso in 3, 6, 11 tappe. Chi lo sceglie capisce che non è solo un susseguirsi dei piatti di Giorgio, tra nuovi e classici, è il suo modo concreto di raccontarsi, una serie di gesti, per comunicare e farsi conoscere più intimamente con i fatti piuttosto che con le troppe parole.